recovery italia punti di forza

NAS di Rete, come funzionano e come proteggersi da una perdita di dati

I NAS di rete, formalmente NETWORK ATTACHED STORAGE, sono dispositivi ormai diffusissimi,si possono trovare ormai anche nella grande distribuzione a prezzi talmente contenuti, da  rendere questo elemento di rete una volta riservato solo ad un ambiente di utilizzo enterprise,presente anche negli ambienti domestici.

Come è fatto un NAS di Rete

Un nas è nella definizione uno storage di rete, e nella configurazione minima è costituito da una minicomputer dotato di scheda di rete ed un hard disk, la cui superficie dati viene esposta sulla rete.
I primi nas erano costruiti proprio così: un unico disco sulla rete in condivisione dati.
Nelle prime versioni i produttori hanno tentato implementazioni di tipo Firmware su ROM, ma la semplicità di creare un NAS con LINUX era troppo grande, per cui oggi tutti i NAS utilizzano personalizzazioni di sistemi operativi LINUX.

Licenze di utilizzo e condivisione dei dati

I NAS non inventano nulla, la condivisione di files e cartelle sulla rete esiste da molti anni ... ma la differenza la fanno le licenze di utilizzo.
Infatti prima per poter condividere file su un server Microsoft bisognava pagare costose licenze. Oggi è completamente gratuito.
Un bel salto avanti.

Evoluzione dei NAS

Essendo il NAS un sistema di archiviazione dei dati, la sicurezza degli stessi è una priorità assoluta.Nascono quindi i NAS con sistema RAID, tipicamente 1 e 5.Evoluzioni ed implementazioni su soluzioni Enterprise come QNAP implementano raid 1+0 o RAID 6.

Come vengono progettati i NAS di Rete

I NAS sono normalmente implementati sugli hard disk con RAID compositi, una partizione di tipo RAID 1 per il sistema operativo, a volte una partizione in RAID 1 per dati di configurazione e naturalmente la partizione dati dove vengono salvati i files.

Struttura tipica di un NAS in RAID 5 con 4 unità disco.

Partizione Sistema

Partizione Dati:

Quali file system vengono utilizzati nei NAS

I NAS sono quasi esclusivamente basati su sistema LINUX per cui le implementazioni di file system sono native.
Vengono utilizzati i seguenti File Systems.

  1. ReiserFS
  2. EXT2/3
  3. EXT4
  4. SGI XFS

Anche se tali file systems sono sconosciuti alla maggior parte degli utenti il sistema di condivisione file basato su SAMBA rende tutto questo assolutamente trasparente all'utente, che salva e lavora sul NAS come se fosse il proprio hard disk formattato Windows.

Punti di forza e debolezze dei NAS di rete

I NAS hanno oggi una semplicità di installazione notevole che rende il proprio utilizzo alla portata di chiunque e la propria implementazione UNIVERSALE ed il costo di acquisto è ormai di livello consumer quindi bello sapere che la maggior parte delle aziende al mondo usa linux nonostante lo eviti come la peste per gli ambienti desktop.

I NAS sono Pericolosi ?

Come qualsiasi sistema basato su hard disk, i NAS possono fallire e rompersi a causa della corruzione magnetica degli hard disk o shock fisici, a volte alla famigerata addetta alle pulizie puo' essere imputata la caduta di un NAS poggiato su di una scrivania.

Quali sono i problemi più comuni ?

Un NAS si ferma quando gli hard disk riscontrano problemi, per cui la causa più comune è il danno agli hard disk in modalità singola o in un RAID ARRAY.
Molto comune è la degradazione di un RAID 5 che non viene diagnosticata, per successivo stop operativo causato dalla rottura di una ulteriore unità disco.

Altro problema che si verifica è la perdita di metatati delle partizioni LVM, un sistema di volumi per linux la cui affidabilità è più che discutibile.

Quali sono le azioni da evitare

Molti NAS dispongono di un pulsante "RESET" ma il NAS non è un ROUTER !! Il reset di un NAS porta alla formattazione delle partizioni dati, che in un ambiente LINUX è una operazione LETALE.

Portarsi a casa la sera il disco di un NAS in Mirror ( RAID 1 )

Molti professionisti, ( non in IT ovviamente ) nel ritornare a casa la sera estraggono uno dei dischi dal NAS in RAID 1 per portarlo a casa con la percezione di salvaguardare i propri dati ma commettono un errore che potrebbe causare effetti letali sui dati.
Il sistema di gestione dei metadati del RAID, potrebbe letteralmente impazzire, sincronizzando un disco degradato con dati obsoleti su quello operativo.

Formattare il RAID con la console web di amministrazione

Quando formattiamo un RAID o un disco in LINUX la perdita di dati è quasi definitiva, e non basteranno i programmini da 10 dollari per recuperare i files dal NAS come facciamo su una SD Card.
Questo perchè il file system implementato in linux ha logiche completamente diverse da uno Microsoft, molto più semplice da recuperare in caso di formattazioni accidentali.

Come affrontare un caso di perdita di dati da un NAS

Se decidete di affrontare un caso di perdita di dati da un NAS, in seguito a qualsiasi problema, non eseguite alcuna operazione sui dischi originali.

Cosa fare per salvaguardare i dati del NAS

  1. Spegnere il NAS
  2. Estrarre i dischi dal NAS
  3. Eseguire una clonazione di ogni disco su uno di pari capacità
  4. Numerare con attenzione i dischi secondo ordine originale
  5. Utilizzate i dischi clonati al posto degli originali per i vostri esperimenti di data recovery

Ricordate sempre la regola numero due del data Recovery : Salvaguardare l'integrità del dispositivo originale.
Questo vi darà la certezza di non commettere errori.

Buon Recupero !

Recuperare cartelle perse da un NAS da 3 tb

Prima di recuperare alcune cartelle perse da un NAS da 3 tb è opportuno capire esattamente cosa sia accaduto sul dispositivo e cosa possa aver causato la perdita dei dati. Sull’hard disk da 3 tb, contenuto all’interno di un NAS, si erano perse delle cartelle inerenti un album fotografico, dopo aver estratto il disco dal box del NAS stesso.