recovery italia punti di forza

I nostri dati sono più al sicuro in un dispositivo Apple o Windows?

Sebbene qualcuno sarebbe pronto a scommettere il contrario, anche le memorie Apple si rompono! Se pensate che nulla possa accadere ai vostri dati personali o di lavoro perché vi siete aggiudicati l’ultimo modello di Mac Air oppure perché custodite gelosamente le vostre preziose fotografie su un iPhone di ultima generazione, purtroppo siete fuori strada. Come qualsiasi altra memoria, i dispositivi Apple si basano sulla stessa tecnologia degli altri…perché? Perchè Apple non produce hard disk, ma produce oggetti di design, dalle linee futuristiche seppur minimal, così come le tecnologie su cui si fondano i dispositivi mobili iPhone altro non sono che le medesime tecnologie di altri produttori. Per capirci: Apple brandizza i propri prodotti, così come le memorie che inserisce al loro interno; ciò equivale a dire che un computer Macintosh è internamente dotato di un hard disk comune, come quello di cui è equipaggiato un Sony Vaio, piuttosto che un Acer o via dicendo. I produttori di hard disk sono sempre gli stessi, troveremo dunque dispositivi Apple dotati di hard disk Hitachi, piuttosto che di hard disk Seagate o qualsiasi altro brand.

sicurezza  dispositivi Apple

Perché dunque è di credenza comune sostenere che un computer Apple quindi un Mac non sia paragonabile ad un Sony di ultima generazione o ad un Acer?

Indubbiamente i dispositivi Mac sono molto sicuri, praticamente immuni da attacchi virus e malware, e inaccessibili quando protetti. Apple con iOS prevede un sistema operativo chiuso, estremamente differente da qualsiasi sistema Windows o Android se parliamo di telefonia mobile, con tutti i vantaggi e gli svantaggi di una scelta simile. Se pensiamo ai cellulari ad esempio, agli smartphone di ultima generazione, Android ci permette di passare da utente standard a sviluppatore e sfruttare così al meglio le performance del nostro smartphone; se parliamo invece di recupero dati, in particolare di cancellazione, notiamo come un sistema come Android risponde bene sia in caso di cancellazione standard che di ripristino (seppur con qualche difficoltà in più), mentre come sia impossibile recuperare dati da un iPhone ripristinato.Se i dispositivi Apple fossero immuni alla perdita dei dati non avremmo ragione di sviluppare ogni giorno tecnologie all’avanguardia in grado di assicurare il massimo risultato dalle operazioni di data recovery su sistemi complessi come HFS e HFS+. HFS è un sistema profondamente differente da quelli NTFS e FAT sviluppati da Microsoft, di conseguenza lo sono anche le tecnologie di recupero dati. Occorrono tools ed infrastrutture appositamente pensate per i sistemi HFS e HFS+ che permettono di intervenire nei più disparati casi di perdita dati:

Ci sentiamo dunque di sostenere con assoluta convinzione e cognizione di causa che non esistono differenza tanto profonde tra sistemi diversi da Apple ed Apple che possano giustificarne una completa fiducia nella sicurezza dei nostri dati. I dati, in sistemi Mac o in Windows, in qualsiasi altro sistema si voglia, sono davvero al sicuro se siamo noi stessi a renderli e mantenerli tali, osservando le semplici regole di backup, che sono le stesse di un utente responsabile!