Data Recovery Heroes.

Recovery Italia® può aiutarVi a risolvere con successo qualsiasi caso di perdita di dati.

preventivo immediato

Come recuperare file danneggiati di Outlook con ChallengerOS

24/05/2018
BASIC KNOWLEDGE

Vediamo oggi come recuperare i file danneggiati di Outlook con ChallengerOS.

Ci focalizziamo sul recupero di file notevoli come i PST, per analizzare il recupero di file corrotti a causa del degrado della superficie magnetica dell'hard disk.

Sintomatologia e tentativi di recupero autonomo dei file danneggiati di Outlook

L'obiettivo del nostro cliente è quello di recuperare i file di posta su classe Outlook, su cui l'utente aveva già tentato un recupero autonomo che presentava l'impossibilità di recuperare alcuni dei file prioritari. Il risultato del tentativo di recupero autonomo, (lo vediamo nel nostro video di approfondimento), è facilmente comprensibile dai settori danneggiati e dalle cartelle di archivio Outlook che insistono su settori corrotti.
Durante il check dei file eseguito da Challenger Rocket vediamo le index entries e le MFT entries (le definizioni di file e cartelle) che insistono su aree danneggiate; questa è la ragione per cui il nostro cliente riscontrava l'impossibilità di eseguire copia di file e cartelle dell'archivio di posta in Outlook.

Ciò che viene generalmente notificato all'utente in ambiente Windows quando vi è un file danneggiato è l'errore di ridondanza ciclico, che equivale a dire semplicemente che il file insiste sulle aree danneggiate.

Attività di recupero dati con Rocket

Per il recupero dei file danneggiati o corrotti andiamo a leggere il nostro hard disk con Challenger Rocket, collegandolo alla PCI board di Challenger.

L'hard disk di oggi è in stato di operatività funzionale soddisfacente, ci permette dunque di avviare la lettura e la traduzione del filesystem in maniera regolare.

Nell'obiettivo di recuperare i file di Outlook corrotti la procedura di recupero dati in questi casi si sviluppa in due step:
nella prima fase vengono sottoposte a lettura le catene cluster corrotte, andando a minimizzare il numero di errori;
nella seconda fase del recupero si procede alla riparazione del file corrotto, laddove il livello di corruzione lo permetta.

Prima fase: analisi del filesystem e lettura delle catene cluster corrotte

Durante la prima fase del recupero dei file danneggiati di posta in Outlook si evidenziano le caratteristiche del filesystem del nostro drive.

Notiamo sul filesystem del nostro hard disk di oggi un livello particolare di frammentazione; in traduzione del filesystem e in analisi dei cluster chain possiamo notare quanto il nostro filesystem sia lento a causa del degrado prestazionale dell'hard disk da cui andremo a recuperare i file danneggiati di Outlook.
Per un recupero efficace è necessario che la MFT (master file table) sia integra poichè è proprio questa che contiene le definizioni e le posizioni dei file, nonchè la loro cluster chain.

Dal check di consistenza del file, Rocket ha riscontrato aree danneggiate.
La soluzione è quella di leggere il file indipendentemente dalle aree danneggiate.
Questo farà sì che il file evidenzierà necessariamente delle interruzioni dunque, che renderanno indispensabile un successivo processo di data recovery sul file (la seconda fase del nostro processo di recupero di file danneggiati di Outlook).

Possiamo vedere durante l'analisi delle catene cluster come ogni tot settori abbiamo elementi non leggibili distribuiti (lo vediamo dalla mappa di Rocket) quasi in maniera geometrica. Questo fa sì che un errore riscontrato dalla mappa di lettura o dall'hard disk possa essere corretto con un retry perchè potrebbe essere semplicemente legato ad un ritardo del drive. Servendoci del comando Retry Single Sectors Rocket riproverà a leggere, con esito positivo, un gruppo di settori che aveva risposto alla lettura con errore.

Seconda fase: recupero dei file corrotti con software di data recovery

E' necessario, in tutti i casi in cui un file sia corrotto o mostri settori danneggiati al suo interno, procedere con la riparazione mediante l'apporto di software specializzati. In questo potremmo utilizzare uno dei tanti programmi di data recovery per Outlook per il fix PST.

Valutazioni finali

Il metodo che abbiamo analizzato oggi, benchè efficace sui file di posta PST, non può essere applicato ad esempio ad un file JPG poichè il file nè uscirebbe inevitabilmente corrotto.
In un sistema di archiviazione o database, come il file di posta di oggi, questo metodo è più che applicabile ed efficace poichè il file si sviluppa su un albero binario che contiene tanti elementi del file. Sarà possibile con software esterni eseguire fix o riparazione del file.

Hai bisogno di aiuto o di maggiori informazioni ?

Contatta il nostro call canter o inviaci una richiesta di assistenza a info@recoveryitalia.it. I nostri esperti sono a tua completa disposizione per una consulenza gratuita.

numero verde recovery italianumero verde recovery italia
numero verde recovery italia numero verde recovery italia
Challenger PCI Board , la straordinaria scheda hardware per recuperare hard disk danneggiati

Challenger PCI Board consente la connessione in modo fisico al computer di un hard disk danneggiato.

Rocket, la soluzione definitiva per il recupero dati da hard disk danneggiati

Con Rocket puoi recuperare personalmente i dati persi dal tuo hard disk danneggiato. Rocket offre la possibilita di diagnosticare lo stato del dispositivo, e recuperare i dati come in un Laboratorio tecnico.

Challenger Rocket, come eseguire la clonazione di un hard disk rotto

Come utilizzare correttamente challenger rocket per eseguire la clonazione di un hard disk danneggiato

Guida completa Riparazione Hard Disk Western Digital Esterno My Passport

In questa guida viene illustrata la procedura di riparazione di un hard disk esterno passport non riconosciuto

Come recuperare archivio fotografico da un disco esterno rotto

Nell’era digitale in cui viviamo, gli hard disk esterni sono diventati fondamentali per la conservazione dei nostri ricordi più preziosi: dalle foto di famiglia agli archivi di lavoro, tutto può trovarsi su questi dispositivi.

Come recuperare le VHDX criptate da Ransomware Rhysida

Il nuovo attacco da ransomware rhysida interessa ambienti HYPER-V con la cifratura ed il blocco delle virtual machine vhdx. Recovery Italia ha sviluppato un prototipo specializzato per l'analisi e la decryption delle vm

Come recuperare un hard disk esterno con elettronica o PCB bruciata

Tra i problemi più gravi a cui potrebbe andare incontro un hard disk, e che può seriamente mettere a rischio la conservazione dei dati che contiene, c’è la bruciatura di alcuni suoi componenti, tra cui la scheda PCB.

Recovery Italia® GROUP

DATA RECOVERY SERVICE SRL
Via del Fosso Centroni, 4 Roma (RM)
PIVA.: 14931361001

Sede di Roma Sud

Via del fosso centroni, 4
00118 ROMA
Call Center 39 06 98357672
Email: info@recoveryitalia.it

METRO A ANAGNINA
Sede di Roma Prati

Via Attilio Regolo 19
00192 ROMA
Call Center 39 06 98357672
Email: info@recoveryitalia.it

METRO A LEPANTO
Sede di Milano

Via Dante, 16
21221 Milano
Call Center 39 02 00611518
Email: info@recoveryitalia.it

METRO M3 MISSORI